Giovanni Amato

Trombettista e flicornista Jazz Amato

Giovanni Amato, classe 1967, trombettista e flicornista salernitano, musicista, compositore e arrangiatore. Ha collaborato con numerosissimi musicisti e ha partecipato a diverse trasmissioni televisive. Stiamo parlando di un musicista straordinario che ha sfumature swing e bop. Non mancano le presenze nell’ambito della musica leggera e in festival prestigiosi.

Formazione

Giovanni Amato coltiva la sua passione per la musica fin da piccolo, quando il padre gli regalò la prima tromba. Inizia, così, la sua curiosità mista a fascino per questo strumento impegnatissimo, ma che regala così tante emozioni. Il musicista nato a Nocera inizia, quindi, a studiare la tromba diplomandosi successivamente al Conservatorio di Salerno. Come molti altri artisti che hanno intrapreso gli studi musicali, la prima formazione è stata proprio ascoltando dischi. Incisivi sono stati quelli di Chet Baker e di Harry James. E, ancora, quelli di Donald Byrd, Lee Morgan, Clifford Brown, Bill Evans, Freddie Hubbard e tanti altri.

Giovanni Amato fin da bambino inizia a suonare con il padre e poi con Antonio Golino. Successivamente, prende parte a diverse orchestre e trasmissioni televisive. Sulle reti Rai suona per Acqua Calda eBlue Night. Per Mediaset, invece, appare in Bellezze al Bagno. Altre trasmissioni che si ricordano sono T.R.I.B.U., Pippo Chennedy Show, Scirocco, Furore. Inoltre, incide la colonna sonora diA spasso nel tempo: l’avventura continuae del sequel, diretti entrambi da Carlo Vanzina.

Sono tantissimi i festival a cui ha partecipato negli Stati Uniti, in Spagna, in Korea, in Romania. Per brevità, ne ricordiamo alcuni. Umbria Jazz Festival (Partecipazione a 9 edizioni), Umbria Jazz Winter (Partecipazione a tre edizioni), Jazz & Wine, Atina Jazz Festival, Veneto Jazz Festival, Nick La Rocca European Jazz Festival, Fall In Jazz International Jazz Festival, e tante altre.

Nel 2007 è uscito il disco Organic, registrato con Max Ionata, Julian Oliver Mazzariello all’organo e Nicola Angelucci alla batteria.

Nel 2009 è vincitore assoluto del premio Italian Jazz Awards 2009” (migliore artista jazz Italiano dell’anno).

Collaborazioni

Tra le collaborazioni di Giovanni Amato troviamo artisti di fama mondiale, tra cui Danilo Perez, Lee Konitz, Gary Peacoc, Steve Grossman, Dee Dee Bridgewater, George Garzone, Bill Hart, Jerry Bergonzi, Tom Harrell, Peter Eskine, Tony Scott, Mike Goodrich, Ronnie Cuber, Diane Schuur, Kirk Lightsey, Vincent Herring, Randy Brecker, Avishai Cohen, Kevin Mahogany, Richard Galliano, Bob Mover, Gene Jackson, Kenny Davis, Giovanni Tommaso, Roberto Gatto, Maurizio Gianmarco, Dado Moroni, Rita Marcotulli, Danilo Rea, Antonio Faraò, Francesco Cafiso.


Discografia

  • Salerno Liberty City Band, omonimo, Via Veneto Jazz (2005)

Max Ionata e Giovanni Amato:

  • Organic, Picanto Records (2007)

Vedi tutta la biografia di Giovanni Amato

Progetti in cui suona

Salerno Liberty City Band

Vedi il progetto