Trio di Salerno

Il Trio di Salerno è la formazione costituita da tre grandi musicisti, docenti e grandi artisti del panorama jazzistico internazionale. Stiamo parlando di Sandro Deidda, Guglielmo Gulglielmi e Aldo Vigorito. Ovvero, la seconda generazione della “Scuola Salernitana di Jazz”.

La nascita del Trio risale al 2007, quando a Guglielmo Guglielmi venne chiesto di realizzare un progetto in occasione degli “Incontri Internazionali della Musica”. Si trattava di una serie di concerti che venivano tenuti da artisti locali e musicisti di fama internazionale. In quell’occasione il pianista Guglielmi scelse proprio Vigorito e Deidda, una formazione che continua ad avere il nome di Trio di Salerno.

Il primo album che scrivono è “Cantabile”, anno 2008. L’etichetta discografica è sempre la storica “Via Veneto Jazz”. 10 brani di fruibile ascolto, studiati nei minimi dettagli, perché possa risultare sempre attuale.

Nel 2011, invece, è il turno di “Luna Nuova”, la cui title track sembra uscita da un film di Sergio Leone. Così ricca di evocazioni latine, a tratti tanghere.

Ad arricchire le atmosfere sono i Solis String Quartet. Ovvero, Luigi De Maio e Vincenzo Di Donna al violino, Gerardo Morrone alla viola e Antonio Di Francia al cello. L’etichetta discografica è la Pomigliano Jazz “Itinera”.  

Il terzo non poteva che essere “Tre”, per la già nota etichetta “Itinera”, che pubblica l’album nel 2016. È un disco che intende continuare il discorso dei precedenti dischi. È, infatti, la semplicità che muove i tre artisti. Ma non la semplicità di composizione, piuttosto la capacità di rendere semplici cose difficili. D’altra parte, questa è un’abilità di cui solo i grandi maestri sono dotati.

Il Trio di Salerno, dunque, è questo intrecciarsi di suoni, intuizioni. È leggerezza intesa come sottrazione di peso, come evocatività e silenzi spiazzanti. È poetica, è fascino, è l’amicizia indissolubile di tre grandi musicisti che continuano a scrivere la storia del Jazz a Salerno.

Line up